Comune di Forni Avoltri

Benvenuti nel sito del Comune di Forni Avoltri

Ricerca rapida


< vai al contenuto centrale


Rete Museale Carnia Musei
Rete Museale Provincia di Udine
I dati sono a cura della Comunita' Montana della Carnia
Piano Regolatore Generale
Applicazione IUC Imposta Unica Comunale


Il tuo percorso: Ti trovi qui: Comune di Forni Avoltri > Notizia
mercoledì 12, giugno 2019 09:35 Età: 40 days

FINANZIAMENTI A PRIVATI IN SEGUITO AL MALTEMPO DELL'OTTOBRE 2018 - ENTRO IL 5 GIUGNO LE DOMANDE PER GLI INTERVENTI CHE MITIGANO IL RISCHIO IDRAULICO ED IDROGEOLOGICO E AUMENTANO LA "RESILIENZA" DEGLI IMMOBILI

Categoria: News

PROROGATI I TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE AL 20 GIUGNO 2019

Sul sito internet della Protezione civile è pubblicato il Decreto del Commissario Delegato del 03/05/2019 di approvazione delle modalità attuative e dei bandi relativi alle procedure di ristoro danni dal maltempo di ottobre 2018.

Ai privati sono rivolti in particolare due documenti:

- l’ALLEGATO B che riguarda la concessione delle “prime misure economiche di immediato sostegno”. In questo caso gli interessati, che avevano già presentato domanda lo scorso dicembre, verranno a breve ricontattati personalmente dagli uffici comunali per il perfezionamento dell’istanza.

- l’ALLEGATO D riguarda invece un ulteriore finanziamento ed è intitolato “Modalità attuative per la raccolta, istruttoria e successiva liquidazione dei finanziamenti finalizzati esclusivamente alla mitigazione del rischio idraulico e idrogeologico nonché all’aumento del livello di resilienza delle strutture di proprietà privata”.  
Questo finanziamento va quindi ad aggiungersi alle prime misure economiche e può essere richiesto, entro il 5 giugno 2019, in presenza di specifici requisiti e a fronte di precise tipologie di intervento sull’immobile danneggiato. Potranno beneficiare del finanziamento i privati che, per gli immobili danneggiati avranno posto in essere interventi di ripristino, recupero e manutenzione straordinaria di strutture, opere e impianti danneggiati o distrutti dell’unità immobiliare da eseguire/eseguiti e finalizzati all’aumento della resilienza dell’unità immobiliare. (Per “resilienza” si intende la capacità dell’edificio di resistere ad eventuali nuovi eventi calamitosi  mantenendo le proprie prestazioni a livelli accettabili garantendo un rapido recupero).
I finanziamenti non hanno alcuna finalità risarcitoria e pertanto il ripristino dei beni costituisce condizione per l’erogazione dei finanziamenti stessi.

È IMPORTANTE sottolineare che la domanda dovrà essere corredata da una perizia asseverata redatta da un professionista abilitato che attesti il danno e il nesso di causalità diretto tra i danni subiti e gli eventi meteorologici verificatisi dal 28 ottobre al 5 novembre 2018. Tutta la documentazione dovrà essere consegnata entro il 5 giugno 2019 al Comune dove è ubicato l’immobile.

Beneficiari saranno le persone fisiche:
a) proprietarie dell’unità immobiliare destinata, al momento dell’evento ad abitazione principale (residenza anagrafica) del proprietario oppure ad abitazione diversa da quella principale del proprietario;
b) diverse dal proprietario che, al momento dell’evento, avevano stabilito nell’immobile danneggiato abitazione principale (residenza anagrafica) a titolo di diritto reale di godimento (usufrutto, diritto reale di abitazione, uso), locazione o comodato.

Per ogni nucleo familiare è ammissibile solo una domanda.

I finanziamenti sono destinati a investimenti relativi:
a) alla ricostruzione in sito delle abitazioni distrutte;
b) alla delocalizzazione, previa demolizione delle abitazioni distrutte, costruendo o acquistando una nuova unità abitativa in altro sito della medesima regione se la relativa ricostruzione in sito non sia possibile: 1) in base ai piani di assetto idrogeologico o agli strumenti urbanistici vigenti; 2) in conseguenza di fattori di rischio esterni e per i quali, alla data di presentazione della domanda di finanziamento di cui all'art. 5, non risultino programmati e finanziati interventi di rimozione dei predetti fattori di rischio;
c) al ripristino, recupero e manutenzione straordinaria di opere e impianti danneggiati o distrutti a seguito dell'evento calamitoso;
d) al ripristino, recupero e manutenzione straordinaria di parti comuni di opere e impianti di edifici residenziali danneggiati o distrutti a seguito dell'evento calamitoso

Per tutte le informazioni di dettaglio si rimanda al bando pubblicato, insieme alla modulistica, sul
sito della Protezione Civile (VAI ALLA PAGINA).


Per informazioni di tipo tecnico ci si può rivolgere all'Ufficio Tecnico Comunale tel. 0433 72052